Il Gse promuove la transizione energetica del vetro

Sottoscritto un accordo con Assovetro dopo quelli siglati con Federbeton, Assocarta, Federacciai e Legacoop.

ADV
image_pdfimage_print

Assovetro e Gse hanno sottoscritto un’intesa triennale per promuovere la transizione energetica di questa industria all’insegna di fonti rinnovabili e riduzione delle emissioni.

Inoltre, si punta a efficientare gli stabilimenti, promuovere configurazioni di autoconsumo da Fer e tecnologie innovative per la sostenibilità; il tutto nella cornice degli obiettivi Pniec e Pnrr.

Gestore e associazione condurranno delle analisi sul comparto per fotografare lo scenario energetico ed emissivo, proponendo percorsi di sostenibilità nei quali possono rientrare anche utilizzo dell’idrogeno verde ed elettrificazione della produzione di vetro. Infine, l’istituzione di un tavolo tecnico permanente e l’avvio di percorsi di formazione.

Secondo Marco Ravasi, presidente di Assovetro, il settore persegue “la continua innovazione dei propri impianti e ha già avviato il percorso di transizione energetica: circa 7 imprese su 10 in Italia hanno formalizzato una roadmap di decarbonizzazione”. L’accordo, dunque, “sarà uno stimolo per proseguire sulla strada della transizione e per cogliere tutte le opportunità derivanti dai meccanismi di sostegno messi a disposizione dal Governo e gestiti dal Gse, così da coniugare sostenibilità ambientale ed economica”.

“La cattura della CO2, l’elettrificazione e i green fuel sono le tre leve che potrebbero garantire, entro il 2050, fino all’80% di riduzione delle emissioni totali del settore vetrario italiano, secondo produttore in Europa”, commenta Paolo Arrigoni, presidente del Gse. In quest’ottica la sperimentazione di nuovi vettori energetici, come l’idrogeno verde e il biometano, rappresentano una valida soluzione per ottimizzare i consumi e gestire le sfide di produzione e trasporto delle vetrerie”.

La firma dell’accordo con Assovetro segue quelli recentemente siglati dal Gse con Federbeton, Assocarta, Federacciai e Legacoop.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti