Scrivi

A gennaio installati 296 MW fotovoltaici in Italia, +282% su gennaio 2022

Rispetto al gennaio 2022 un incremento di 2,8 volte. Installati 29.651 impianti FV nel primo mese dell'anno, il 94% della taglia fino ai 12 kWp.

ADV
image_pdfimage_print

Secondo i dati GAUDI di Terna, nel mese di gennaio in Italia sono stati installati 296 MW fotovoltaici per un numero di impianti pari a 29.651.

Di questi impianti FV, quasi il 94% fa parte della taglia fino a 12 kWp, che in termini di potenza è il 54% del totale del mese. Nella tabella numero di impianti e potenza per le varie taglie relative al primo mese dell’anno (nessuno impianto connesso sopra i 10 MW).

Rispetto al gennaio 2022 la crescita è significativa: in termini di potenza è di 2,8 volte (282%), visto che un anno fa furono installati 105 MW. Riguardo al numero degli impianti si è passati dai 9.003 di gennaio 2022 a 29.651, quindi con un incremento di 3,3 volte.

Ricordiamo che nel 2022 sono stati installati in Italia 2.483 MW di nuova potenza FV, contro i 937 MW del 2021, pari ad un incremento del 165%, che ha portato la capacità installata cumulativa a 25.048 MW (vedi anche Produzione e nuova potenza fotovoltaica in Italia nel 2022). L’anno scorso sono stati connessi 205.806 impianti, contro i 79.878 del 2021, quindi con un aumento del 158%.

Oggi, cioè a fine gennaio 2023, possiamo contare pertanto su 1.250.696 impianti, per una capacità cumulativa FV di circa 25,3 GW.

Come era stato anticipato nell’intervista al prof. Alessandro Marangoni, una “ipotetica” proiezione sulla base dell’installato di gennaio potrebbe far pensare a circa 3,5 GW realizzati alla fine dell’anno in corso.

Ma alcune previsioni si sbilanciano a 4,5 GW, anche alla luce dell’elevato numero di richieste di connessione in alta tensione alle rete elettrica che ammonterebbero secondo Terna a circa 120 GW fotovoltaici. Richieste che comunque non significano effettiva realizzazione del progetto.

C’è poi l’incognita degli impianti più piccoli in bassa tensione. Quelli collegati al Superbonus  l’anno scorso sono stati il 66% di quelli connessi in rete sul totale dell’anno.

Visto  lo stop alla cessione del credito e allo sconto in fattura, è tutto da vedere, con ogni probabilità verso un forte ribasso, il contributo le detrazioni fiscali per l’edilizia daranno alla domanda di FV residenziale nel corso di questo 2023.

Potrebbero però esserci poco meno di mezzo GW di installazioni realizzate grazie al 110% nel 2022, ma che andranno a pesare sulle statistiche degli impianti connessi nel 2023 (cosa che potrebbe aver contribuito al dato di questo gennaio).

Secondo i dati di Terna e Gse, che si basano sulle connessioni, infatti, gli impianti che hanno avuto accesso al Superbonus hanno portato a 1.117 MW di nuova potenza nel 2022, mentre stando all’Enea, che conta anche gli impianti incentivati ma non ancora allacciati, il Superbonus l’anno scorso ha spinto 1,6 GW di installazioni nel 2022.

ADV
×