Un consorzio arabo-francese-cinese si è aggiudicato il progetto fotovoltaico Al Dhafra da 2 GW ad Abu Dhabi con l’offerta più bassa mai registrata finora al mondo per la produzione di energia solare.

Lo ha annunciato Emirates Water and Electricity Co. Ltd. (EWEC) con un tweet, in cui comunica di aver assegnato il mega-progetto ad un consorzio guidato dalla Abu Dhabi National Energy Co. Ltd. (TAQA) e dallo sviluppatore solare di Abu Dhabi Masdar, assieme ai partner internazionali EDF e JinkoPower.

Il consorzio ha presentato un’offerta record di 0,0497 dirham per kWh, pari a 0,013533 dollari per kWh, in una gara d’appalto organizzata a luglio.

EWEC ha reso noto che l’impianto utility da 2 GW sarà costruito a circa 35 chilometri da Abu Dhabi.

“Una volta pienamente operativo, l’impianto aumenterà la capacità di energia fotovoltaica di Abu Dhabi a circa 3,2 GW“, ha detto l’amministratore delegato di TAQA Jasim Husain Thabet in una nota.

L’impianto sarà controllato al 60% da TAQA e Masdar, mentre EDF e JinkoPower deterranno il restante 40%.

EWEC ha indicato che mira a perfezionare i dettagli finanziari dell’accordo entro fine settembre, con l’avvio parziale della generazione fotovoltaica nella prima metà del 2022 e il raggiungimento della piena operatività entro la seconda metà del 2022.

L’offerta di 0,0135/kWh è inferiore di circa 0,002 dollari rispetto al precedente record, offerto da Total e Marubeni nella gara d’appalto per 800 MW del Qatar a fine gennaio.