FV nell’industria alimentare, Enel X realizza oltre 4 MW per il gruppo Cremonini

La partecipata statale realizzerà impianti fotovoltaici in otto stabilimenti industriali dell’azienda Inalca, per una potenza complessiva superiore a 4 MW e due altri impianti da 50 kW in due aree di servizio Chef Express.

ADV
image_pdfimage_print

Il Gruppo Cremonini, attivo nel settore alimentare, che ha scelto Enel X per alimentare con fonti rinnovabili i più importanti siti produttivi italiani di Inalca, la società controllata attiva nella trasformazione delle carni e nella distribuzione all’estero di prodotti alimentari.

Nello specifico – spiega una nota della partecipata statale – Enel X realizzerà impianti fotovoltaici in otto stabilimenti industriali dell’azienda, per una potenza complessiva di oltre 4 MW, che consentiranno un risparmio annuo di circa 1.850.000 kg di CO2.

Attualmente Inalca – prosegue la nota – autoproduce il 100% di energia necessaria per il funzionamento dei propri siti e oltre il 40% di questa proviene da fonti rinnovabili. “L’accordo con Enel X ci permette di fare un ulteriore passo avanti nell’utilizzo del fotovoltaico su larga scala, portando la quota di energia utilizzata da fonti rinnovabili di Inalca a più del 50% del totale”, spiega Andrea Zanaglia, Energy Manager Gruppo Cremonini.

In aggiunta agli impianti fotovoltaici Enel X offrirà al Gruppo Cremonini servizi di manutenzione ed energy management sul portafoglio completo di siti, grazie alla piattaforma di monitoraggio EMS (Energy Management System).

L’accordo prevede inoltre l’analisi del grado di circolarità del Gruppo, con particolare attenzione al settore energetico, finalizzata a individuare una roadmap di interventi in linea con gli obiettivi della carbon neutrality e della sostenibilità ambientale.

Enel X è anche partner di Chef Express, altra realtà del gruppo Cremonini, e realizzerà altri 2 impianti fotovoltaici da 50 kW ciascuno in due grandi aree di servizio autostradali in provincia di Udine e Venezia.

ADV
×