In questa Rubrica di QualEnergia.it pubblichiamo esperienze, richieste e visioni degli operatori delle fonti rinnovabili e dell’efficienza energetica in questa fase di emergenza per il coronavirus: le difficoltà pratiche che le aziende stanno incontrando, le loro soluzioni, le misure che le istituzioni energetiche dovrebbero predisporre, la percezione sui possibili sviluppi del mercato nelle prossime settimane e mesi.

Per scriverci: Emergenza coronavirus ed energia pulita: diamo voce agli operatori

 

L’opinione di Fronius Italia

Misure aziendali per superare le difficoltà dell’emergenza

Fronius ha reagito velocemente ed efficacemente alla situazione con metodologie di lavoro di home office e smart working già prima del lockdown.

Sta, allo stesso tempo, modificando le attività di promozione e di comunicazione al fine di raggiungere in maniera proattiva e precisa i propri clienti sales partner e installatori.

L’attività di promozione delle soluzioni Fronius avviene oggi con metodi innovativi che l’azienda stava utilizzando da tempo, quindi il passaggio è stato agevole e pratico.

L’azienda ha potenziato la proposta di webinar con un calendario aggiornato e nuovi argomenti di interesse (Gli eventi Fronius).

Percezione sui possibili sviluppi del mercato

Una volta terminato questo periodo, i partner di Fronius prevedono una immediata anche se graduale ripresa del mercato sia di quanto era già stato programmato, sia in termini di nuovi impianti che di repowering di impianti esistenti.

Questa situazione insegnerà, secondo noi, l’importanza di avere garantiti i servizi essenziali tra i quali la fornitura di energia e la possibilità di produrla in maniera decentralizzata e autonoma grazie a sistemi efficienti di produzione ed accumulo di energia rinnovabile.