Prosegue sul sito di Italia in Classe A  la pubblicazione delle videolezioni gratuite su energia ed efficienza energetica, realizzate da ricercatori ed esperti del Dipartimento Unità Efficienza Energetica dell’ENEA.

L’ultima videolezione, pubblicata lo scorso 22 gennaio, è dedicata a “ Efficienza energetica e sostenibilità: dall’agricoltura materiali per un’edilizia sostenibile ed è curata dall’esperta Patrizia Aversa, del Centro di Ricerche ENEA di Brindisi.

Focus della lezione – che dura circa 12 minuti e che è adatta a tutti,  anche a chi non possiede una formazione tecnica, chiarisce una nota ENEA –  sono i nuovi materiali di costruzione in grado di coniugare efficienza energetica e sostenibilità. 

Nel quadro più ampio degli obiettivi al 2030 e 2050 di risparmio energetico e di riduzione di emissioni climalteranti, argomenta l’Agenzia, il settore edile può dare un importante contributo non solo attraverso gli interventi finalizzati alla riqualificazione energetica, ma anche grazie alla scelta e all’adozione di materiali di costruzione innovativi.

Le soluzioni tecniche disponibili sono numerose. Fino al 2012 i materiali principalmente utilizzati – aggiunge l’ENEA – erano soltanto di tipo sintetico, mentre, attualmente, sono presenti sul mercato “biomattoni” e isolanti a matrice vegetale, minerale e animale. I materiali naturali riescono a mantenere un buon comfort termoigrometrico, risultano meno tossici, anche nella fase della posa in opera, risultando più salubri non solo per chi “vive” nell’edificio, ma anche per le maestranze.

Con enormi vantaggi in un’ottica di economia circolare e anche di valorizzazione di prodotti presenti nel territorio, si sta affermando dunque questo nuovo mercato. La sfida attuale è quella di promuovere l’edilizia come un’economia di filiera che attivi processi collaborativi tra amministrazioni pubbliche, operatori di settore, enti di ricerca, imprenditori e utenti finali. Nel video infine si citano alcuni progetti di ricerca che hanno studiato le criticità e le peculiarità di questi nuovi materiali.