Crowdfunding energia e ambiente: arriva la prima piattaforma italiana

CATEGORIE:

Si chiama Ecomill ed è la prima piattaforma di crowdfunding italiana che punta a facilitare lo sviluppo di progetti imprenditoriali e forme di azionariato diffuso nel settore energetico, ambientale e di riqualificazione del territorio.

ADV
image_pdfimage_print

È stata presentata oggi a Milano Ecomill, la prima piattaforma italiana di equity crowdfunding dedicata a progetti nei settori dell’energia, dell’ambiente e del territorio.

“Il crowdfunding nell’energia è un’interessante applicazione dello strumento che in Europa ha raccolto oltre 300milioni di euro; l’equity crowdfunding è in forte espansione in Italia, con un tasso di crescita annuale nel 2018 di oltre il 200%. In Ecomill vediamo la concreta possibilità di incrementare notevolmente l’utilizzo di equity crowdfunding in Italia su progetti nel settore energia e ambiente”, ha spiegato sul sito della piattaforma Chiara Candelise, partner dell’iniziativa.

La missione di Ecomill è:

  1. facilitare lo sviluppo di progetti imprenditoriali e forme di azionariato diffuso nel settore energetico, ambientale e di riqualificazione del territorio fornendo un nuovo canale di finanziamento.
  1. permettere a cittadini, famiglie e imprese di finanziare anche con una cifra contenuta una nuova impresa diventandone socio, beneficiando dei ritorni economici, e contribuendo a ridurre le emissioni, l’impatto ambientale e a riqualificare il proprio territorio.

Sullo sviluppo a livello globale delle piattaforme di crowdfunding dedicate agli investimenti energetici ricordiamo un articolo proprio di Chiara Candelise pubblicato su QualEnergia.it.

Da alcune ricerche emerge come il crowdfunding permetta al cittadino non solo di investire, ma anche di partecipare e supportare progetti energetici sostenibili, contribuendo così direttamente alla transizione energetica e alla riduzione della dipendenza dalle fonti fossili. E tra le motivazioni di chi ha investito su piattaforme di crowdfunding energetico c’è la trasparenza e l’impatto ambientale positivo dell’investimento, aspetti che risultano importanti tanto quanto i ritorni economici attesi.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti