Baywa r.e. vende i parchi eolici di Arlena-Tessennano all’irlandese NTR

CATEGORIE:

La vendita dei parchi eolici in provincia di Viterbo per un totale 18 MW di potenza all'investitore e asset manager di infrastrutture sostenibili irlandese NTR.

ADV
image_pdfimage_print

BayWa r.e. ha annunciato la vendita dei parchi eolici Arlena-Tessenano, per un totale di 18 MW, all’investitore e asset manager di infrastrutture sostenibili NTR.

I due parchi eolici (Lazio I e Lazio II, rispettivamente di 8 e 10 MW) si trovano a circa 100 km a nord-ovest di Roma, in provincia di Viterbo, e sono costituiti in tutto da 9 turbine Vestas V110 (da 2 MW ciascuno) con altezza al mozzo di 95 m e un’altezza totale di 150 metri.

I progetti, sviluppati da BayWa r.e., contribuiscono al fabbisogno italiano di energia rinnovabile generando circa 40 GWh di produzione annua, come un consumo di circa 17.000 case.

Quest’acquisizione, che segna l’ingresso nel mercato italiano di NTR, è il secondo accordo concluso tra l’investitore irlandese di energie rinnovabili e BayWa r.e dopo la vendita del parco eolico francese Saint-Pierre-de-Juiller.

Un risultato che attesta, secondo una nota dell’azienda, la redditività e l’affidabilità dei progetti sviluppati e realizzati da BayWa r.e.

“In BayWa r.e. curiamo i progetti in ogni dettaglio e l’apprezzamento che proviene dagli investitori ci rende orgogliosi. Il nostro team, di lunga esperienza, è coinvolto in prima persona fin dall’inizio e in ogni fase dello sviluppo, costruzione e gestione di un parco eolico, garantendo una continuità di presenza e di interlocuzione con la collettività. Siamo lieti di cedere i parchi eolici di Arlena e Tessennano ad una società che, come noi, crede fortemente nel processo di decarbonizzazione e nel rapporto con le comunità locali”, ha detto Alessandra Toschi, Amministratore Delegato di BayWa r.e. Italia.

Lorenzo Palombi, Global Director of Wind Projects di BayWa r.e. afferma: “L’energia eolica è una tecnologia collaudata, con costi di produzione dell’elettricità ormai molto competitivi e che può avere un ruolo importante per metterci al riparo dai rischi di approvvigionamento dei combustibili. In Europa l’eolico rappresenta un elemento chiave per la riuscita della transizione energetica. Ora dobbiamo accelerare l’implementazione dei parchi eolici, sia on-shore che off-shore, se vogliamo raggiungere gli obiettivi climatici fissati dall’ European Green Deal”.

Anthony Doherty, Chief Investment Officer di NTR ha detto: “Siamo lieti di entrare nel mercato italiano con questi due progetti di alta qualità che si avvalgono di ricavi garanti di lungo periodo grazie al sistema incentivante italiano. L’Italia ha dato nuovo slancio al processo di decarbonizzazione della sua base energetica con l’obiettivo di raddoppiare la capacità di energia pulita e riteniamo che questo sia un momento ottimale per far parte di quest’accelerazione della crescita dell’eolico, del solare e dello stoccaggio di energia nel mercato italiano”.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti