Scrivi

Albasolar progetta e realizza impianto fotovoltaico a terra da 6 MW in area industriale

  • 31 Gennaio 2024

L'impianto FV è stato installato a Imola presso lo stabilimento del gruppo IRCE spa,multinazionale del settore dei conduttori per avvolgimento e cavi elettrici. Con moduli bifacciali, avrà una producibilità di 9,5 GWh/anno e sarà monitorato da remoto.

ADV
image_pdfimage_print

Lo scorso luglio è entrato in produzione il più grande impianto fotovoltaico realizzato da Albasolar srl.

Si tratta di un impianto a terra da 6 MWp installato su un’area industriale (nella foto) di proprietà del gruppo IRCE spa, una realtà multinazionale di rilevanza europea, con sede a Imola e che opera nel settore dei conduttori per avvolgimento e cavi elettrici.

L’azienda dispone dei più moderni e innovativi impianti produttivi, tecnologie all’avanguardia e processi avanzati di autocontrollo ed è conforme agli standard delle certificazioni ISO 9001 e ISO TS 16949.

Tanti macchinari avanzati e tecnologici richiedono una grande quantità di energia elettrica. La decisione di IRCE è stata quella di rivolgersi a Albasolar srl per i suoi professionisti specializzati, con un know-how specifico nel costruire, progettare, realizzare e gestire nel tempo sistemi per l’autoproduzione dell’energia.

Albasolar fa parte del gruppo Marengo di Alba (CN), attivo da più di 50 anni nel settore impiantistico ed energetico, e che negli ultimi dieci anni ha investito fortemente in innovazione tecnologica legata all’energia.

L’obiettivo per IRCE è stato quello di realizzare un impianto FV con una potenza adeguata a soddisfare significativamente l’elevata richiesta elettrica, consentendo anche l’abbattimento delle emissioni e il rispetto dei criteri ESG, sempre più richiesti in ambito internazionale per una produzione sostenibile.

I tetti non offrivano né la superficie minima necessaria, né le caratteristiche tecniche per poter ospitare un impianto di tali dimensioni.

L’azienda aveva a disposizione un’importante area all’interno dello stabilimento di Imola, e quindi si è deciso di realizzare un impianto fotovoltaico a terra a ridosso degli edifici di produzione, in modo da poter produrre elettricità solare autoconsumabile direttamente nel punto di utilizzo, senza alcun impatto ambientale, trattandosi già di un’area industriale.

Le risultanze dello studio ingegneristico hanno identificato un impianto fotovoltaico di potenza da 6 MW con una tecnologia di ultima generazione ad altissima efficienza. L’impianto è composto da un sistema di strutture in acciaio zincato a caldo ad infilaggio, senza uso di cemento, e da moduli fotovoltaici bifacciali da 660 Wp ciascuno.

Il terreno è stato ricoperto da pietrisco bianco che, essendo altamente riflettente, aumenta la produzione di energia e al tempo stesso, impedendo la crescita di piante, riduce i costi di manutenzione.

Si è deciso per l’utilizzo di inverter di stringa ad alta tensione, posizionati nel campo e gestiti da sofisticati software. Tutti questi accorgimenti consentiranno all’impianto un aumento di produttività del 15% circa rispetto ad uno con tecnologia monofacciale e senza riflessione.

L’impianto FV avrà una produzione stimata di 9,5 GWh/anno e coprirà circa il 20% del fabbisogno elettrico dell’azienda con un autoconsumo pari a circa il 92% dell’energia prodotta dal solare (il risparmio di CO2 è stimato in circa 3.000 t/anno).

L’impianto così progettato e correttamente mantenuto avrà una durata superiore ai 30 anni e il ritorno dell’investimento sarà limitato a pochi anni. Albasolar, nell’ambito dei contratti di manutenzione, monitora, in modalità remota e 24/24, l’impianto per mezzo di software dotati di analisi predittive che consentono di anticipare e prevenire qualsiasi anomalia.

La società di alba sviluppa i progetti principalmente in modalità “chiavi in mano”, poiché ritiene che solo questa metodologia realizzativa sia sinonimo di garanzia di qualità, di performance e di affidabilità nel tempo.

Potrebbero interessarti
ADV
×