Agrivoltaico e storage: Atlas Re e Heron chiudono la cessione di progetti a player internazionali

CATEGORIE:

La joint venture Atlas Re e Heron ha finalizzato accordi per la cessione di 1.000 MW di progetti BESS e 75 MW agrivoltaico in Sardegna e Friuli.

ADV
image_pdfimage_print

Si sono concluse recentemente due operazioni di cessione di progetti agrivoltaici e progetti di storage stand-alone da parte di Atlas Re ed Heron, una consolidata joint venture tra operatori italiani con una più che decennale esperienza nel settore delle rinnovabili.

In entrambi i casi gli acquirenti sono importanti operatori internazionali del settore, già attivi in Italia.

La prima operazione ha riguardato la cessione di progetti agrivoltaici situati in Sardegna e in Friuli-Venezia Giulia per complessivi 75 MW, mentre la seconda operazione ha sancito un accordo di sviluppo per 1.000 MW di progetti BESS (Battery Energy Storage System).

Mario Molinaro, founder e Ceo di Atlas Re, ha commentato: “Siamo molto soddisfatti della conclusione di queste operazioni, a conferma della qualità del nostro lavoro anche in ambito storage, di cui possiamo dire di essere tra i pionieri in Italia. I nostri progetti vengono autorizzati e il nostro approccio allo sviluppo viene apprezzato dal mercato, creando valore per gli investitori che ci stanno continuando a dare fiducia”.

Alessandro Carlesso, Managing Partner di Heron spiega che “in ambito fotovoltaico, ci siamo focalizzati sulle regioni del Nord e Centro Italia; stiamo guardando a progetti in area idonea, che possano avere una connessione veloce e modalità autorizzative semplificate, prestando attenzione all’integrazione con il territorio e, soprattutto, che mantengano valore nel tempo”.

Carlesso precisa, inoltre, che “avendo operato per tanti anni come gestori di questi impianti Fer, comprendiamo bene le esigenze di investitori e finanziatori e cerchiamo di strutturare operazioni ad elevato standard tecnico, contrattuale e finanziario”.

Molinaro aggiunge che “a livello italiano è necessario accelerare la transizione energetica e noi abbiamo intenzione di continuare a dare un contributo tangibile in tal senso.”.

Le due aziende stanno proseguendo insieme in questo percorso di crescita anche con la sottoscrizione di altri accordi di esclusiva, sia in ambito BESS che fotovoltaico e agrivoltaico, con l’obiettivo di consolidare la propria presenza come sviluppatori di progetti greenfield di elevata qualità.

Potrebbero interessarti
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti