La Spagna prova a correre definitivamente ai ripari sui contenziosi che riguardano il taglio retroattivo agli incentivi feed-in per le fonti rinnovabili, taglio che era stato deciso da Madrid nel 2013 e aveva colpito circa 64.000 impianti di varie tecnologie, innescando una serie di procedimenti legali da parte degli operatori. Difatti, il consiglio dei ministri […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.