Minieolico, una proposta per non interrompere il cammino

PRO
CATEGORIE:

Prolungare l’attuale regime incentivante per tutto l’anno in corso e ridurre in maniera meno drastica gli incentivi nella taglia dei 60 kW, differenziando tra turbine nuove di fabbrica e rigenerate. Carlo Buonfrate, presidente del CPEM, spiega la proposta inviata al Governo dalla sua associazione.

ADV

Nell’arco di un quinquennio il minieolico da segmento marginale del tradizionale settore eolico ha assunto una propria e autonoma connotazione nel settore delle rinnovabili esprimendo valori di grande rilevanza in termini sia di numero di impianti realizzati che di potenza installata. Le statistiche del GSE parlano di alcune migliaia di impianti fino ad ora installati […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell'abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti