La Regione Marche ha stanziato 2,5 milioni di euro per la riqualificazione degli spazi pubblici nei Comuni interni, anche dal punto di vista energetico.

Possono rispondere al bando (allegato in basso) i Comuni ricadenti nei territori interni classificati dall’avviso come:

  • ultra-periferici: 1 Comune in Provincia di Pesaro e Urbino
  • periferici: 40 Comuni nelle Provincie di Pesaro e Urbino, Ancona, Macerata e Fermo
  • intermedi: 62 Comuni nelle Provincie di Pesaro e Urbino, Ancona, Macerata, Ascoli Piceno e Fermo
  • di cintura: 8 Comuni nelle Provincie di Ascoli Piceno e Macerata.

Tra gli interventi ammissibili ci sono quelli per la valorizzazione degli spazi pubblici, per esempio attraverso l’illuminazione pubblica o la riqualificazione energetica degli impianti esistenti.

Inoltre, i contributi sono concessi per il riuso, il recupero e la riqualificazione del patrimonio edilizio esistente, delle aree degradate o dismesse, e per il miglioramento dei centri storici e borghi rurali.

Al fine di valorizzare le bellezze dei borghi è finanziabile la demolizione di opere che arrechino degrado fisico o paesaggistico. È ammessa la riqualificazione di facciate di edifici pubblici e/o privati che affacciano su spazi pubblici.

In fase di valutazione delle proposte verrà attribuito un punteggio specifico agli interventi:

  • di efficientamento energetico (es. miglioramento dei sistemi di illuminazione pubblica)
  • che prevedono l’utilizzo di fonti di energia rinnovabili (es. fotovoltaico nei parcheggi)
  • che utilizzano materiali tipici locali e/o di bioedilizia

Saranno ammessi a finanziamento i primi tre Comuni della graduatoria. Ciascuno dei tre beneficiari riceverà dall’ente regionale un importo fisso di 833.333,33 euro, per una quota di cofinanziamento al costo dell’intervento del 90%. Il restante 10% sarà coperto da risorse comunali.

Le domande di partecipazione devono pervenire entro il 27 dicembre 2022.

Per informazioni: Regione Marche