La Germania punta a una politica “Iva zero” per il fotovoltaico residenziale.

Questa importante novità, pensata per favorire le nuove installazioni di piccoli impianti FV sugli edifici, è stata inserita nella legge fiscale 2022 (Jahressteuergesetz). Il progetto di legge del governo è stato approvato dal Bundestag, il Parlamento federale tedesco, venerdì scorso, 2 dicembre, con i voti dei tre partiti di maggioranza (SPD, Verdi, FPD).

In pratica, si prevede che gli impianti fotovoltaici fino a 30 kW di potenza possano essere realizzati e gestiti esentasse.

La nuova aliquota Iva allo 0% – attualmente al 19% – si applicherà dal 1° gennaio 2023 alla fornitura e installazione di sistemi FV con relativi accessori e apparecchi, comprese le batterie di accumulo (queste ultime senza limiti di capacità) su edifici residenziali e edifici pubblici. Tale esenzione varrà anche per i sistemi fotovoltaici ordinati nel 2022 e installati nel 2023.

Inoltre, ci sarà una esenzione dalla imposta sul reddito, sempre da gennaio 2023, ma applicata retroattivamente dal 1° gennaio 2022, per i redditi derivanti dalla vendita di energia elettrica con impianti fotovoltaici fino a 30 kW ubicati sulle case unifamiliari e su singoli edifici commerciali.

Invece, per quanto riguarda gli edifici residenziali plurifamiliari e gli edifici misti (residenziali-commerciali), saranno esenti gli impianti fino a 15 kW per ogni singola unità immobiliare, ma con un limite di 100 kW per ogni singolo utente.