Nel terzo trimestre del 2019 la stima tendenziale delle emissioni dei gas serra prevede un incremento rispetto all’anno precedente, pari allo 0,6% a fronte di una crescita del PIL pari a 0,3% rispetto all’anno precedente.

A segnalarlo è l’ISPRA, secondo cui non si verificherà l’auspicabile disaccoppiamento – registrato nei trimestri precedenti (vedi allegato in basso) tra l’andamento delle emissioni e la tendenza dell’indice economico.

L’incremento stimato – spiega l’Istituto – è principalmente dovuto alla crescita dei consumi di combustibili per la produzione di energia elettrica (4,1%), dovuta prevalentemente alla riduzione della produzione di energia idroelettrica e delle importazioni, mentre risultano in decremento i consumi – e quindi le emissioni – di carburanti nel settore dei trasporti (-0,1%) e di combustibili fossili nel settore del riscaldamento domestico (-0,4%).