È entrato in esercizio il nuovo impianto di cogenerazione di Free Energia e Grastim, nello stabilimento Whirlpool di Cassinetta (Varese), il polo della regione Europa, Medio Oriente e Africa dedicato ai prodotti da incasso per le categorie freddo e cottura.

La centrale, da 8,8 MWe, è in grado di soddisfare il fabbisogno energetico dell’intera fabbrica, consentendo a Whirlpool un risparmio sui costi energetici del 12%. Gli investimenti per la realizzazione e gestione dell’impianto ammontano a circa 8 milioni di euro.

L’impianto si basa su due motori a gas metano da 4,4 MWe ed è in grado di produrre, oltre all’energia elettrica, energia termica sotto forma di circa 12 t/h di vapore saturo e di circa 4,5 MWt di acqua calda. Complessivamente ha un’efficienza che sfiora l’80%.

Free Energia e Grastim hanno inoltre acquisito la centrale termica e la stazione di produzione dell’aria compressa già esistenti.

Whirlpool si è impegnata, attraverso un contratto pluriennale di servizio energetico, a prelevare tutta l’energia elettrica e termica prodotte dal nuovo impianto nonché l’aria compressa necessaria per alimentare il processo produttivo dello stabilimento.

“Questa operazione dimostra come, nonostante tutte le difficoltà tra cui la carenza di un quadro normativo stabile, l’Italia rappresenti un terreno estremamente fertile e maturo per la cogenerazione. La transizione energetica prevede un ruolo sempre maggiore delle fonti rinnovabili e la cogenerazione giocherà un ruolo strategico”, ha commentato Gianfranco Milani, Managing Director di Grastim.