Scrivi

Cingolani entra nel CdA di De Nora, partecipata Snam che punta sull’idrogeno verde

L'ex ministro della Transizione ecologica, da ottobre, è rientrato anche nella società Leonardo.

ADV
image_pdfimage_print

L’ex ministro della Transizione ecologica, Roberto Cingolani, entra nel consiglio di amministrazione di Industrie De Nora, multinazionale italiana quotata su Euronext Milan, specializzata in elettrochimica, nelle tecnologie sostenibili e nella nascente industria dell’idrogeno verde.

Cingolani, che dal 23 ottobre scorso, oltre ad essere consigliere per l’energia del Governo Meloni, è tornato in Leonardo, è stato quindi nominato per cooptazione quale nuovo membro indipendente del Cda e componente del Comitato Strategie della società partecipata da Snam con il 26%.

Il nuovo Consigliere ha accettato la nomina e resterà in carica sino alla prossima Assemblea degli azionisti.

La società precisa che, per quanto a sua conoscenza, alla data odierna Roberto Cingolani non detiene alcuna partecipazione nel capitale sociale di De Nora.

Laureato in Fisica presso l’Università di Bari, Roberto Cingolani ottiene nel 1989 il Diploma di Perfezionamento (PhD) in Fisica alla Scuola Normale Superiore di Pisa. È stato ricercatore al Max Planck Institut di Stoccarda (Germania), Visiting Professor all’Institute of Industrial Sciences della Tokyo University (Giappone) e alla Virginia Commonwealth University (USA).

Nel 2000 è nominato Professore Ordinario di Fisica Sperimentale all’Università di Lecce. Nel 2001 fonda e dirige il National Nanotechnology Laboratory dell’INFM a Lecce. Nel 2005 fonda l’Istituto Italiano di Tecnologia (IIT) di Genova di cui sarà Direttore Scientifico fino alla sua nomina come Chief Technology & Innovation Officer di Leonardo che ricoprirà fino al febbraio 2021.

Dal 13 febbraio 2021 al 22 ottobre 2022 è stato Ministro della Transizione Ecologica nel Governo del Presidente Mario Draghi. Dal 23 ottobre 2022 ricopre una nuova posizione in Leonardo.

ADV
×