Moduli fotovoltaici, così cambia la carbon footprint

PRO

L'impronta di carbonio dei moduli è migliorata dell'80% negli ultimi anni e i moduli vetro-vetro consentono un taglio aggiuntivo. E molto più bassa se prodotti in Europa. L'analisi del Fraunhofer ISE.

ADV
image_pdfimage_print

“Con i moduli fotovoltaici prodotti nell’Ue, si risparmia il 40% di emissioni di CO2 rispetto ai moduli importati dalla Cina”. Lo ha detto Holger Neuhaus, responsabile tecnologico per i moduli fotovoltaici presso Fraunhofer ISE, commentando i risultati che l’istituto di ricerca tedesco ha ottenuto confrontando l’impronta del carbonio di 6 moduli in silicio monocristallino prodotti […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO
Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell’abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti