Chi ricarica a casa il suo veicolo elettrico risparmia tempo e denaro, tanto più se la ricarica dell’auto elettrica avviene in modo intelligente con il sistema energetico domestico.

Per questo al 3° Plugfest E-Mobility dell’iniziativa EEBUS è stata testata la comunicazione tra l’infrastruttura di ricarica e altri generatori e utilizzatori di energia domestici.

Il risultato: il Data Manager S di SMA Solar Technology AG (SMA) come centrale di gestione dell’energia domestica SMA (HEMS) consente una ricarica sicura dai costi ottimizzati.

“Sul mercato energetico i generatori di energia, gli utilizzatori e le reti pubbliche interagiscono in maniera sempre crescente. I componenti dei sistemi energetici che comunicano tramite EEBUS parlano tutti la stessa lingua. Ciò rende possibile una coordinazione e un’ottimizzazione migliori dei flussi di energia”, ha spiegato Maik Brüschke, responsabile Product Group Solutions presso SMA.

Al Plugfest di Bruxelles l’attenzione era puntata sulla mobilità elettrica come pilastro importante del futuro approvvigionamento di energia.

La piattaforma SMA di gestione energetica ennexOS e l’SMA Data Manager S con la specifica EEBUS rendono possibili processi di ricarica efficienti per veicoli elettrici.

Inoltre lo SMA Data Manager S in futuro combinerà nel sistema di gestione energetica domestica i settori della corrente, inclusa quella autoprodotta con impianti fotovoltaici, del calore, della mobilità elettrica e degli accumulatori. Così gli utenti potranno sfruttare al meglio l’energia e ridurre i costi.

Veit Rohrberg, responsabile Sviluppo Smart Charging presso Audi ha detto che “l’auto elettrica in futuro svolgerà un ruolo importante nel mondo energetico digitale. Come accumulatore di energia flessibile, in combinazione con la rivoluzione energetica, ha un elevato potenziale per indirizzare la mobilità elettrica verso nuovi orizzonti, assorbendo carichi di punta dovuti alla produzione rigenerativa”.

Per questo Audi – spiega Rohrberg – è impegnata nella realizzazione di una comunicazione intersettoriale e senza interruzioni all’interno del sistema energetico del futuro. “La nostra prima auto di serie completamente elettrica, Audi e-tron, si collega in modo intelligente al sistema energetico domestico offrendo al cliente un vero valore aggiunto”.

Standard uniforme per una comunicazione senza interferenze

Al Plugfest E-Mobility tenutosi il 28 e il 29 gennaio, i membri del progetto EEBUS hanno testato nello stabilimento Audi di Bruxelles quanto sviluppato sulla base dello standard di comunicazione aperto.

Programmatori e ingegneri sono stati impegnati in una serie di test per verificare se gli impianti fotovoltaici, l’infrastruttura di ricarica, le auto elettriche e i sistemi di climatizzazione domestica siano in grado di comunicare senza interferenze.

I dispositivi sono stati connessi mediante un sistema di gestione energetica domestico HEMS (home energy management system). Gli input sono confluiti alla centrale di controllo, consentendo a tutti i dispositivi di condividere le informazioni in merito al fabbisogno energetico individuale. Dopo il Plugfest, le realtà coinvolte definiranno le specifiche EEBUS per la mobilità elettrica.

SMA e AUDI AG collaborano nel campo della mobilità elettrica

A giugno dello scorso anno, SMA e AUDI AG hanno reso nota la loro collaborazione nel campo della mobilità elettrica.

Con lo SMA Data Manager S e il sistema di ricarica connect di AUDI AG, la nuova Audi e-tron può essere ricaricata in modo comodo, sicuro ed economico.

Lo SMA Data Manager S garantisce che le batterie vengono alimentate con elettricità ogni volta che ciò risulti particolarmente conveniente, tenendo conto sia dei desideri di mobilità personali che dell’ora di partenza o dello stato di carica.

Grazie alle funzioni di ricarica intelligenti, i clienti possono contare su un sistema di protezione dai blackout. Il cliente ricarica sempre con la potenza massima disponibile consentita dalla rete domestica e dall’automobile.

Il sistema di ricarica considera il fabbisogno di energia degli altri utilizzatori evitando così un sovraccarico della rete domestica e l’attivazione del fusibile principale. Se l’abitazione dispone di un impianto fotovoltaico, l’utente può ottimizzare il processo di ricarica in modo tale da ricaricare l’Audi e-tron preferibilmente con elettricità autoprodotta.