Satelliti, droni e robot nell’Innovation Hub Terna di Torino

CATEGORIE:

Nello specifico l'Hub di Torino sarà focalizzato sull’IoT e sui processi di monitoraggio evoluto degli impianti di trasmissione dell’energia.

ADV
image_pdfimage_print

È stato inaugurato ieri, 9 aprile, presso la sede Terna di Torino, il primo degli Innovation Hub – piattaforme di sviluppo dell’innovazione – che la società avvierà prossimamente nelle sue sedi territoriali.

Attraverso l’interazione e lo scambio con realtà esterne come Università, centri di ricerca, startup e imprese, spiega una nota stampa, l’Innovation Hub diventerà un laboratorio dove creare, sviluppare e testare concretamente nuove idee in campo energetico. L’integrazione di competenze nuove e sinergiche sarà quindi il cardine di questa esperienza che parte dalla sede dell’area operativa di Terna a Torino e proseguirà presto in altre città italiane.

Nello specifico, l’Innovation Hub di Torino, sarà focalizzato sull’IoT (Internet of things) e sui processi di monitoraggio evoluto degli impianti di trasmissione dell’energia, sviluppando quattro ambiti di progetto (satelliti, droni, robot e sensoristica evoluta) funzionali a un controllo della rete sempre più dinamico e innovativo a garanzia dell’efficienza e la sicurezza del sistema. Grazie a una gestione centralizzata dei dati sarà possibile, tra l’altro, eseguire una manutenzione predittiva degli asset che consentirà di ridurre i costi e aumentare l’affidabilità della rete di trasmissione.

Il progetto si inserisce nel percorso di innovazione e digitalizzazione a livello nazionale per il quale Terna investirà circa 700 milioni di euro nei prossimi 5 anni. L’obiettivo, in uno scenario energetico sempre più complesso, è quello di sviluppare prototipi di idee innovative focalizzate sui nuovi trend tecnologici rilevanti per l’Azienda grazie alla creazione di gruppi di lavoro composti da soggetti differenti per provenienza e competenze.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti