Scrivi

Riscaldamento a biomassa: ad Arezzo la fiera dedicata al settore

Dal 9 all'11 marzo alla fiera di Arezzo si svolgerà l'evento biennale "Italia Legno Energia". In esposizione caminetti, stufe, cucine, caldaie e grandi impianti a biomassa, pellet, cippato e legna da ardere, macchine per pellet, fumisteria e accessori.

ADV
image_pdfimage_print

Da giovedì 9 a sabato 12 marzo ad Arezzo si svolgerà la fiera Italia Legno Energia, il principale appuntamento italiano dedicato al riscaldamento a biomassa.

Saranno cinque settori merceologici presenti in fiera: caminetti, stufe, cucine, barbecue; caldaie e grandi impianti a biomassa; pellet, cippato e legna da ardere; macchine per pellet; fumisteria ed accessori.

Un evento che vuole avvicinare i consumatori finali ai benefici della filiera corta e alle energie da biomasse.

Nonostante il forte aumento delle biomasse legnose, in particolare il pellet (comunque più conveniente rispetto al rincaro del gas), stufe, caldaie e pellet sono al centro dell’interesse degli italiani nell’inverno in corso, da nord a sud, come dimostrano le ricerche online certificate dai dati di Google Trends, un indicatore sensibile alle tendenze dell’opinione pubblica e del mercato.

Un interesse molto ampio nel paese perché sono molto diffusi i dispositivi che utilizzano biomasse legnose, soprattutto nel residenziale.

Attualmente il parco installato in Italia, secondo gli ultimi dati di Aiel (Associazione italiana energie agroforestali), è costituito di oltre 8,3 milioni sistemi di riscaldamento a biomasse, con una crescita nell’ultimo decennio dei generatori a pellet, che rappresentano circa il 72% del totale degli apparecchi venduti in Italia.

Inoltre, per riscaldare una casa di 100-150 mq servono annualmente 1,8-2 tonnellate di pellet, oppure 2,7 tonnellate di legna da ardere, generando 10 MWh.

Le imprese italiane coinvolte nella filiera “dal bosco al camino” sono circa 14mila, per un fatturato complessivo di oltre 4 miliardi di euro e più di 72mila posti di lavoro.

Oggi grazie all’innovazione e al turnover tecnologico è possibile ridurre del 70% le emissioni di polveri sottili dalla combustione domestica a biomasse, con macchine che hanno un rendimento di circa il 95%, cioè con una dispersione termica bassissima.

Nel 2020 sono stati 71mila gli italiani hanno utilizzato l’incentivo del Conto Termico, che consente di acquistare un nuovo impianto a biomassa. Ma, secondo Aiel c’è ancora molta la strada da fare. Infatti, il 66% dei generatori installati ha più di dieci anni d’età, il 19% ha dai 5 ai 10 anni e il 15% ha meno di 5 anni.

Ricordiamo che Aiel, partnership scientifica di Italia Legno Energia, con una serie di incontri, convegni e workshop darà l’opportunità di aggiornarsi su tutti i temi caldi per il settore, come certificazioni, incentivi, progettazione e scelta del giusto pellet.

L’appuntamento di Italia Legno Energia è anche per questo un’occasione utilissima per utenti e operatori di conoscere le novità del mercato.

Si tratta di una manifestazione biennale promossa da Piemmeti SpA, società di Veronafiere che negli anni pari organizza a Verona Progetto Fuoco, la più importante manifestazione al mondo in questo settore.

Quest’anno gli organizzatori puntano a superare i risultati dell’ultima edizione, che nel 2019 aveva raccolto 200 espositori, di cui il 25% stranieri, e attirato 20mila visitatori nei 25mila metri quadri di superficie espositiva.

“L’interesse di famiglie e imprese per questa fonte di energia è in crescita, e rafforzare la filiera del legno risponde anche a una prospettiva di autonomia energetica del Paese”, ha dichiarato Giovanni Mantovani, Presidente di Piemmeti SpA. “Il nostro impegno a favorire la crescita e l’innovazione del settore non può che rafforzarsi, valorizzando le aziende eccellenti che vedono l’Italia leader in Europa”.

A questo proposito va detto che nel comparto delle aziende produttrici di stufe, l’Italia detiene il 70% della produzione europea.

Italia Legno Energia è patrocinata da Regione Toscana, Provincia e Comune di Arezzo e dalle Camere di Commercio toscane.

Per informazioni: www.italialegnoenergia.it

Costo del biglietto: intero 10 €– ridotto 7 € (ingresso gratuito fino a 14 anni)

Visitatori professionali: possono preregistrarsi su www.italialegnoenergia.it ed ottenere via mail la tessera di ingresso gratuita una volta comprovata dall’organizzazione l’effettiva appartenenza al settore.

Visitatori privati: possono preregistrarsi su www.italialegnoenergia.it e ottenere il coupon per
l’ingresso a prezzo ridotto a 7 € oppure coupon invito.

ADV
×