Terna, in accoglimento delle richieste degli operatori che, a causa delle disposizioni in tema di emergenza Covid-19, potrebbero avere  difficoltà a garantire il presidio delle attività di commutazione verso la nuova modalità di invio di invio degli ordini di dispacciamento, comunica il posticipo di quattro ulteriori settimane delle tempistiche di passaggio in esercizio previste nell’avviso pubblicato il 28/02.

Restano valide – si avvisa –  le modalità operative già comunicate  e di seguito riepilogate con riferimento al nuovo calendario di attuazione.

La fase di parallelo, che è partita il 16 dicembre 2019, sarà prorogata fino al 15 aprile 2020, si informa.

Tale fase, si spiega, è finalizzata a verificare la continuità operativa della nuova modalità e il corretto funzionamento negli ambienti di esercizio mediante la costante comparazione con il sistema attuale BDE.

Si precisa inoltre che, anche durante la proroga:

  • Nel periodo di parallelo permane l’attuale modalità operativa di invio tramite BDE, che quindi rappresenta la modalità di invio ufficiale anche ai fini del settlement delle relative partite economiche.
  • Nel periodo di parallelo le eventuali problematiche relative all’invio degli OdD mediante protocollo IEC 60870-5-104 saranno gestite nelle modalità già adottate a partire dal 16 dicembre.

Dal 15 aprile 2020 verrà applicata esclusivamente la modalità di invio degli ordini di dispacciamento tramite protocollo IEC 60870-5-104 prevista nell’Allegato A.36 del Codice di Rete.

Nella fase di esercizio, le procedure di monitoraggio ed intervento in caso di anomalia di invio o ricezione dei messaggi seguiranno la medesima gestione prevista per l’attuale sistema BDE.

Nella settimana precedente l’avvio in esercizio, sarà comunicata, mediante ulteriore avviso, la procedura e la fascia oraria di commutazione da applicare in data 15 aprile 2020.

Durante tutte le fasi di parallelo e avvio del nuovo sistema, saranno disponibili i seguenti indirizzi di posta elettronica: