L’Agenzia federale di rete tedesca, la Bundesnetzagentur, ha comunicato che nel mese di dicembre sono stati installati in Germania 339,4 MW di nuovi impianti fotovoltaici, una potenza che l’Italia ha impiegato circa sette mesi ad installare dall’inizio del 2019.

La capacità fotovoltaica cumulativa della Germania ha così raggiunto 49,78 GW alla fine del 2019.

Ciò vuol dire che rimangono circa 2,2 GW di capacità non ancora installata che potrà beneficiare ancora di incentivi, prima di raggiungere il tetto massimo previsto di 52 GW di impianti sussidiati.

I progetti fotovoltaici (FV) installati al di fuori del programma tedesco di aste per impianti di dimensioni superiori a 750 kW sono ammontati a 215 MW e hanno rappresentato quasi due terzi del totale di dicembre.

Circa 195 MW sono stati installati su tetto con taglie inferiori a 750 KW, mentre i restanti 25 MW sono stati realizzati in piccoli parchi solari con la stessa soglia di dimensione.

Nel 2019, la nuova potenza fotovoltaica installata ha così raggiunto 3,94 GW in Germania, che ha visto aumentare le installazioni FV di circa 1 GW rispetto al 2018, quando avevano raggiunto 2,96 GW.

La Bundesnetzagentur ha comunicato che, visto il forte sviluppo registrato nella seconda metà dello scorso anno, le attuali tariffe di immissione in rete (Feed-in-Tariff o FIT) per impianti fotovoltaici fino a 750 kW saranno ridotte fino dell’1,4% per il periodo febbraio-aprile.

A febbraio, le FIT per gli impianti fotovoltaici su tetto varieranno così da € 0,0742/kWh a € 0,0972/kWh, a seconda delle dimensioni del progetto.

Per altri impianti fino a 100 kW, la tariffa sarà di € 0,0670/kWh.