FERA srl (Fabbriche Energie Rinnovabili Alternative), attraverso la società controllata Aleramo, ha ottenuto un finanziamento di 30 milioni di euro da un pool di banche costituito da Intesa Sanpaolo, BPCE Lease Succursale Italia e Natixis.

L’operazione consentirà la costruzione e la gestione nel corso dell’anno di due parchi eolici con una potenza complessiva di 20,8 MW nei comuni di Cairo Montenotte e Pontinvrea in provincia di Savona.

Fera srl, operatore milanese attivo nel settore della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, opera dal 2001 nel settore delle energie rinnovabili, vendendo energia elettrica che produce esclusivamente da fonti rinnovabili (eolico e biogas).

L’azienda detiene in Liguria circa il 58% della produzione eolica in Liguria; questa quota diventa del 36% circa se consideriamo il Nord Italia.

La società ha avviato anche il servizio di ricarica per auto elettriche, tramite Ricarica srl, che ad oggi conta circa 30 punti di rifornimento con energia ottenuta esclusivamente da rinnovabili.

Il pool di banche coinvolto nel progetto

Il Gruppo Intesa Sanpaolo ha sviluppato prodotti di finanziamento e di consulenza per dare impulso e sostegno alla green economy con la disponibilità a finanziare attraverso 50 miliardi di euro di nuovi crediti a supporto del settore.

Con una potenza totale finanziata a fine 2020 di oltre 4 GW, BPCE Lease occupa un posto di primo piano nel finanziamento delle energie rinnovabili della Francia. Grazie alle sue competenze tecniche, accompagna dal 2003 la transizione ecologica dei grandi gruppi e delle PMI.

Lo studio legale internazionale DLA Piper ha agito al fianco di Natixis, banca co-arranger insieme a Intesa Sanpaolo, oltre avere assistito gli istituti finanziatori e le banche hedging, curando la predisposizione e la negoziazione di tutta la documentazione finanziaria relativa al progetto.