Quello appena siglato tra l’operatore globale delle rinnovabili BayWa r.e. con la multinazionale della birra AB InBev, è stato definito il contratto corporate PPA più grande a livello europeo fino a questo momento per il fotovoltaico: in ballo ci sono 130 MW di capacità, su un totale di 200 MW suddivisi in due impianti che BayWa r.e. costruirà in Spagna e farà entrare in esercizio entro marzo 2022.

Uno dei due impianti, informa una nota, si chiamerà “Budweiser Solar Farm” e fornirà 250 GWh/anno di energia elettrica rinnovabile a InBev grazie al PPA “virtuale” che durerà 10 anni.

Un PPA virtuale (Virtual Power Purchase Agreement), ricordiamo in breve, è un contratto di lunga durata per l’acquisto di elettricità rinnovabile, generata da uno o più parchi eolici-solari distanti dai luoghi in cui effettivamente sarà utilizzata quell’energia dal consumatore finale.

Così InBev, colosso che possiede oltre 200 marchi di birra nel mondo, tra cui Budweiser, potrà coprire il consumo elettrico di 14 birrifici in diversi paesi europei grazie all’accordo sottoscritto con BayWa r.e.

Per ora, aspettando l’entrata in funzione del parco solare spagnolo, BayWa r.e. fornirà a InBev 75 GWh/anno di energia eolica certificata con garanzie d’origine da un parco eolico in Spagna.