Un documento, pubblicato grazie al supporto dei governi di Francia e Germania e di diverse aziende (tra cui Enel) esplora le differenti possibilità di adottare un meccanismo di “border carbon adjustment”, vale a dire un meccanismo fiscale con cui colpire le emissioni di CO2 associate a determinati prodotti importati nell’Unione europea. Autore: ERCST – Roundtable […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.