“Il nuovo obiettivo del 32% di Fonti Rinnovabili al 2030 impone all’Italia un cambio di passo che consenta di realizzare tutto il potenziale disponibile per i prossimi anni. Il ritardo accumulato impone di iniziare da subito”. L’appello arrivato ieri da Simone Togni, presidente di Anev, durante il convengo organizzato dall’ANEV e da Elettricità Futura (“Le […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.