Le rinnovabili non si possono bloccare con “divieti aprioristici”

PRO
CATEGORIE:

Lo ribadisce una recente sentenza del Tar Lazio, nell'accogliere il ricorso di una società contro il ministero della Cultura, per 50 MW di agrovoltaico.

ADV

Non si può bloccare l’installazione di nuovi impianti a fonti rinnovabili con un divieto “aprioristico”, senza bilanciare l’interesse alla tutela del paesaggio con quello di incrementare la produzione di energia pulita. Così una recente sentenza del Tar Lazio s’inserisce nel filone, sempre più corposo, di giudizi che accolgono i ricorsi delle società energetiche contro il […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO Sei abbonato PRO? Accedi con le tue credenziali.
Non sei abbonato PRO? Scopri i servizi dell'abbonamento annuale: provalo gratis per 10 giorni o abbonati subito.
ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti