La Spagna si conferma uno dei paesi più dinamici nel mercato europeo dei PPA “verdi” (Power Purchase Agreement), i contratti di lungo termine per l’acquisto di energia rinnovabile.

Protagonista, ancora una volta, è Iberdrola, che ha siglato il terzo PPA in tre anni con Nike, il primo in Europa dopo gli accordi analoghi sottoscritti negli Stati Uniti.

Il nuovo contratto, evidenzia una nota, prevede di riservare 40 MW del futuro parco eolico Cavar (nella regione di Navarra, nel nord della Spagna) alla fornitura di elettricità a zero emissioni per gli stabilimenti europei del colosso sportivo americano.

In totale, il complesso eolico che Iberdrola sta per iniziare a costruire e intende completare nel 2020, avrà una capacità installata pari a 111 MW.

Ricordiamo che l’utility spagnola, nei mesi scorsi, ha chiuso tre accordi PPA per il super-parco fotovoltaico Nuñez de Balboa con diversi clienti industriali e commerciali (una banca, una società di telecomunicazioni, un’azienda della grande distribuzione alimentare).

Tornando a Iberdrola e Nike, i precedenti accordi tra loro hanno permesso alla multinazionale Usa dell’abbigliamento sportivo di arrivare al 100% di energia rinnovabile utilizzata per le proprie attività in Nord America, lo stesso obiettivo che ora Nike si propone di raggiungere in Europa.

E Iberdrola, tra Stati Uniti e Messico, finora ha impegnato oltre 6.000 MW di capacità rinnovabile con contratti di lungo termine.