ABB, noto produttore di inverter e soluzioni smart, ha introdotto di recente sul mercato residenziale fotovoltaico il REACT 2, un sistema integrato di inverter e batteria agli ioni di litio ad alta tensione (200 V), con una capacità di accumulo che si estende da 4 a 12 kWh.

Di seguito raccontiamo uno dei primi casi di installazione di questo prodotto nel mercato italiano del fotovoltaico residenziale.

Obiettivo del cliente era quello di avere un’abitazione moderna e tecnologica alimentata da energia pulita e rinnovabile ma anche autosufficiente dal punto di vista energetico.

L’abitazione si trova a Udine e l’impianto si compone di quattro moduli: un inverter più 3 moduli batteria. Grazie al design modulare di REACT 2 che permette diverse configurazioni di montaggio, i quattro moduli sono stati collocati in una ristretta area del locale autorimessa, lasciando così liberi gli altri ambienti.

La capacità totale della batteria è di 12 kWh e il REACT2 accumula e ottimizza l’energia in eccesso prodotta dal sistema fotovoltaico, rendendo l’utenza indipendente dalla rete quasi al 90%. 

Un vantaggio importante perché permette sia un significativo risparmio sui costi della bolletta elettrica, che la continuità di servizio e una maggiore sicurezza in caso di problemi alla rete o di black-out. Inoltre l’energia prodotta in eccesso, può essere immessa in rete, incrementando i benefici economici.

Insomma, un investimento destinato a essere ammortizzato in breve tempo, un impianto che guarda ad un futuro sostenibile, una tecnologia evoluta che trova nella rete la corretta modalità di gestione.

REACT 2 può infatti trasmettere i dati sulla produzione di energia solare, sui consumi domestici e sul livello di carica della batteria all’access point del sistema di gestione ABB-free@home, che può utilizzarli per controllare gli altri dispositivi presenti, quali riscaldamento, illuminazione e sistemi di ricarica.

Il proprietario di casa può quindi monitorare e gestire al meglio l’energia prodotta dal proprio impianto fotovoltaico.

In questo modo, evitando picchi di consumo con la distribuzione ottimale dei carichi energetici, è possibile mantenere l’utilizzo nei limiti della capacità del sistema fotovoltaico e ridurre il consumo di energia di rete.

Inoltre, REACT 2 può beneficiare del portafoglio di soluzioni digitali basate sul Cloud di ABB Ability®, offrendo un controllo intelligente dell’utilizzo dell’energia solare e delle esigenze di accumulo.

Secondo Marco Vergani, Sales Manager di ABB che ha seguito il progetto di Udine, “l’estrema flessibilità e facilità nell’installazione, grazie ai connettori plug and play tra inverter e batteria, fanno del prodotto la scelta ideale sia per nuove installazioni – lato DC dell’impianto – che per retrofit, lato AC dell’impianto”.