L’Autorità per l’energia ha trasmesso al MiSE e al GSE i dati relativi agli obblighi di risparmio di energia primaria in capo ai distributori di energia elettrica e di gas naturale per l’anno d’obbligo 2019 (determinazione DMRT/EFC/1/2019).

Nell’ambito del meccanismo dei Certificati Bianchi, infatti, il decreto interministeriale 11 gennaio 2017 ha definito degli obiettivi quantitativi annuali di risparmio di energia primaria, in milioni di TEP, e gli obblighi di risparmio di energia primariain milioni di CB – in capo ai distributori obbligati, per il periodo 2017-2020.

Rientrano nell’obbligo, lo ricordiamo, i distributori di energia elettrica e di gas naturale che, alla data del 31 dicembre di due anni antecedenti all’anno d’obbligo considerato, hanno più di 50.000 clienti finali connessi alla propria rete di distribuzione.

La quota di risparmio viene determinata dal rapporto tra la quantità di energia elettrica distribuita dalla impresa ai clienti finali connessi alla sua rete, e da essa autocertificata, e la quantità di energia elettrica distribuita sul territorio nazionale da tutti i soggetti obbligati, determinata annualmente dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente (nel seguito ARERA), conteggiate nell’anno precedente all’ultimo trascorso.