Dai laboratori dell’MIT arriva un materiale di nuova concezione, trasparente, economico, ma capace di immagazzinare il calore del sole con prestazioni altissime e che potrebbe avere interessanti applicazioni nel solare termico, anche a media temperatura. Genera infatti temperature molto più elevate rispetto ai tradizionali collettori solari: abbastanza alte per essere usate non solo per il […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.