La Gran Bretagna vuole affidarsi all’energy storage per rendere il suo sistema elettrico più efficiente, “pulito” e veloce nel rispondere alle variazioni di domanda e offerta. Proprio in questi giorni, infatti, l’operatore di rete britannico, National Grid, ha pubblicato i risultati del primo bando dedicato interamente ai servizi di regolazione rapida di frequenza (EFR, Enhanced […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.