Da profani ci si immagina che l’impresa sia semplice: si buttano degli scarti in un bidone oversize, se ne estrae il biogas (metano+CO2), lo si brucia per produrre elettricità o lo si purifica per ottenere biometano, e poi si passa dal GSE ad incassare gli incentivi. Ma basta partecipare ad uno degli incontri organizzati dal […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.