La maggior parte dei progetti eolici che non sono stati autorizzati, arenati nelle sabbie mobili dell’inerzia amministrativa o formalmente rigettati, si sono scontrati con la durissima opposizione delle locali sovrintendenze al paesaggio. Ai nostri sovrintendenti il “paesaggio eolico“,­ la cui bellezza e fascino è ormai trasfusa in tecniche di progettazione oggetto di corsi universitari, ­ […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.