“Siamo contenti che il legislatore ci dia finalmente la possibilità di modulare le sanzioni secondo principi di ragionevolezza e proporzionalità”, così Francesco Sperandini, presidente e amministratore del GSE, ha commentato oggi la novità che renderebbe le sanzioni agli impianti a fonti rinnovabili incentivati più morbide e proporzionate alle irregolarità rilevate. Stiamo parlando del cambiamento introdotto […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.