Domanda stagnante, concorrenza sempre più agguerrita delle tecnologie rinnovabili, disinvestimenti dal settore fossile di banche e gestori di fondi, restrizioni ambientali, aumento del costo della CO2, rischio di stranded asset (infrastrutture non più remunerative): per il carbone, le prospettive sono di un costante declino, ma sulla rapidità di questa discesa restano varie incognite, in primis […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.