La Regione Piemonte riassegna 67 concessioni idroelettriche che storicamente erano in capo allo Stato. Dopo l’approvazione in giunta del ddl denominato “assegnazione delle grandi derivazioni ad uso idroelettrico”, la Regione, compie il primo passo verso la gestione autonoma di dighe e invasi utilizzati per la produzione di energia, spiega una nota di Piazza Castello. Il […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.