La FIRE (Federazione italiana per l’uso Razionale dell’Energia) ha appena inviato al Senato le osservazioni sullo schema di decreto legislativo che recepisce la direttiva Ue 2018/2002 sull’efficienza energetica (EED II, Energy Efficiency Directive, vedi qui i punti principali del provvedimento). La direttiva, ricordiamo, punta a innalzare al 32,5% l’obiettivo di risparmio energetico al 2030. Il […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.