Le fonti rinnovabili hanno un potenziale di sviluppo molto più ampio di quello riconosciuto dalla maggior parte dei paesi nei rispettivi piani nazionali (NDC, Nationally Determined Contributions), stilati dopo gli accordi di Parigi del 2015 per limitare il surriscaldamento planetario entro 1,5-2 gradi centigradi. Così, mentre a Bonn sono in corso i negoziati della Cop23, […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.