Il limite massimo di due richieste di preventivo per le connessioni alle reti di distribuzione elettriche è legittimo e mira a evitare “comportamenti speculativi” dei produttori. Lo ha ribadito il Tar Lombardia (sentenza in allegato), respingendo i ricorsi di alcuni operatori delle rinnovabili contro alcuni passaggi della delibera Aeegsi 558/2015 “Aggiornamento delle procedure delle condizioni […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.