Caricare o scaricare una batteria al litio con una velocità in precedenza impensabile, aumentare la capacità di accumulo dei dispositivi: per un gruppo di ricercatori tedeschi è possibile raggiungere questi traguardi utilizzando molecole di porfirina negli elettrodi. I test di laboratorio sono stati condotti da un team interdisciplinare di due istituti in Germania: Helmholtz Institute […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.