Batterie collegate all’impianto fotovoltaico di casa, usate in maniera aggregata e impiegate alla stregua di grandi centrali termoelettriche, per regolare e bilanciare la rete: uno scenario fino a poco tempo fa improbabile che diventerà presto realtà, secondo le simulazioni e i programmi di RSE, Ricerca sul Sistema Energetico. Tradizionalmente, la regolazione di frequenza e il […]

Questo contenuto è riservato agli Abbonati QualEnergia.it PRO.
Accedi ora per vedere il contenuto oppure prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito.