La capacità solare termica cumulativa in esercizio a fine 2020 è stimata in 501 GWth, corrispondenti ad una superficie di oltre 715 milioni di metri quadrati di collettori.

La produzione annuale di energia solare termica è stata pari a 407 TWh, che corrisponde a un risparmio di 43,8 milioni di tonnellate di petrolio (tep).

Questi dati sono nel report della IEA – Solar Heating and Coooling Programme, dal titolo “Solar Heat Worldwide” (edizione 2021, vedi allegato in basso), dove si stima che il mercato mondiale del solare termico si sia ridotto del 4% nel 2020 rispetto al 2019, ma che comunque dà segnali tendeziali di recupero.

Questo calo annuale è dovuto principalmente alla contrazione del mercato in Cina, Usa, India e Australia. In controtendenza si è registrata una crescita in altri paesi, comunque non in grado di compensare il calo generale.

Un’area che sta avendo un incremento costante è quella degli impianti su scala di megawatt per il teleriscaldamento e per le applicazioni industriali.

Nel 2020 sono stati costruiti 70 nuovi impianti di teleriscaldamento solare su larga scala con una capacità di 95 MWth. Trentatré di questi sistemi erano in Cina e 15 in Europa.

I più grandi sono due impianti di teleriscaldamento, uno a Ludwigsburg, in Germania, con una capacità di 10,4 MWth (14.800 mq) e un altro a Lasha, in Cina, con una capacità di 9,1 MWth (13.000 mq).

Entro la fine del 2020 erano in funzione 470 impianti solari di grandi dimensioni collegati alla rete di teleriscaldamento (oltre 350 kWth; 500 m²) tutti documentati nel report. Tuttavia, essi rappresentano appena il 2% circa del mercato mondiale del solare termico.

Sta crescendo inoltre l’interesse per sistemi solari termici applicati a processi industriali. Almeno 74 sistemi di riscaldamento di processo sono stati realizzati nel 2020, con un numero di progetti oggi operativi pari a 891.

Dei dati sul mercato del solare termico e fotovoltaico in un unico pannello abbiamo parlato in un altro recente articolo (Il mercato dei pannelli fototermici cresce nel mondo).

Nel grafico vediamo dunque come si è evoluta la capacità solare termica globale dei collettori vetrati e non: dal 2000 è cresciuta da 62 GWth (89 milioni di mq) a 501 GWth (715 milioni di mq) nel 2020.

La corrispondente energia solare annua è passata da 51 TWh nel 2000 a 407 TWh nel 2020, quindi in 20 anni la tecnologia è cresciuta di 8 volte.

Un confronto con le altre rinnovabili

Secondo il report, la capacità solare cumulativa in funzione a fine del 2020 è inferiore all’energia eolica (743 GW elettrici) e al fotovoltaico (708 GW elettrici).

Come si può vedere dal grafico, energia geotermica e solare termico a concentrazione (CSP) restano però nettamente dietro al solare termico.

In termini di energia generata, gli impianti solari hanno fornito nel 2020 circa 407 TWh di calore, mentre le turbine eoliche hanno avuto un output di elettricità di 1.742 TWh e gli impianti FV di 901 TWh.

Come detto ad eccezione di alcuni paesi, il solare termico sta attraversando un periodo complicato in tutto il mondo da diversi anni. Il più grande mercato, quello cinese, nel 2020 è diminuito del 3%, incidendo sui dati globali, ovviamente non assorbiti dalla crescita di alcuni paesi.Tra questi, la Germania (+26%), Brasile, Cipro, Paesi Bassi, Turchia, Territori palestinesi e Portogallo.

I sistemi solari termici di più piccola scala per il riscaldamento dell’acqua e, in una certa misura, sistemi combinati solari (acqua calda sanitaria + riscaldamento degli ambienti) per case unifamiliari, plurifamiliari, condomini, alberghi ed edifici pubblici rappresentano oggi circa il 60% delle installazioni annuali mondiali.

In gran parte dell’Europa e della Cina, queste applicazioni stanno soffrendo la crescente concorrenza dei sistemi fotovoltaici e delle pompe di calore, con una perdita negli ultimi anni di importanti quote di mercato.

Il rapporto della IEA è diviso in due parti. La prima (capitoli 3-4) offre una panoramica dello sviluppo del mercato globale del solare termico al 2020, e descrive le tendenze generali. Nella seconda parte (capitoli 5-8) sono presentati dati di mercato dettagliati per il 2019 dei 68 paesi presi in esame e analizza come sono distribuite le installazioni tra i vari sistemi e applicazioni.

Il seguente documento è riservato agli abbonati a QualEnergia.it PRO:

Prova gratis il servizio per 10 giorni o abbonati subito a QualEnergia.it PRO