Export di tecnologie low-carbon, il treno che l’Italia sta perdendo

Nelle batterie siamo messi relativamente bene, ma proprio mentre la domanda per i veicoli elettrici aumenta perdiamo terreno. Nei settori a maggior competitività commerciale e a maggior concentrazione delle quote di mercato l’Italia sconta le prestazioni peggiori. Un'analisi di Enea.

ADV
image_pdfimage_print

In tema di competitività nelle tecnologie low-carbon sul mercato internazionale, il nostro Paese si difende solo su solare termico e batterie, settori in cui è tra i primi 10 esportatori al mondo.

Tuttavia sta rischiando di perdere altri treni, in particolare quello, ancora allo stato nascente, dei veicoli elettrici, mentre anche su eolico e fotovoltaico non siamo tra i primi negli scambi internazionali.

È questo, in estrema sintesi, quanto emerge da una nuova analisi degli scambi internazionali delle principali tecnologie energetiche a basse emissioni di CO2, realizzata dai ricercatori Enea, Maria Cristina Tommasino e Alessandro Zini …

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti