Le graduatorie per gli incentivi agli impianti mini-idroelettrici del DM 23 giugno 2016, non sono in linea con “la finalità di privilegiare l’incentivazione degli impianti che più rapidamente andranno in produzione”.

Il nodo sta nella questione dei titoli autorizzativi richiesti, frutto di procedure disomogenee tra i diversi enti …

Questo contenuto è riservato agli Abbonati a QualEnergia.it PRO
Seleziona una delle due seguenti opzioni:
Già abbonato a QualEnergia.it PRO?
Accedi subito a questo contenuto.
QualEnergia PRO