Consumi di gas in aumento nel primo trimestre 2017

CATEGORIE:

Nonostante il calo dei consumi di gas naturale a marzo, nel primo trimestre di quest’anno in Italia questi sono aumentati dell’8,6% rispetto allo stesso periodo del 2016, circa 2 miliardi di metri cubi in più. Aumentano le importazioni del 17%: in calo dalla Russia e in forte crescita dall'Algeria (quasi +94% sul 2016).

ADV
image_pdfimage_print

Nonostante il calo dei consumi di gas naturale a marzo (mese su mese), considerando il primo trimestre di quest’anno in Italia sono aumentati dell’8,6% rispetto allo stesso periodo del 2016, circa 2 miliardi di metri cubi in più.

A marzo si è avuta la prima diminuzione dopo sette aumenti consecutivi. Ciò è dovuto, oltre che all’aumento delle temperature (calo dei consumi residenziali) anche per via della normalizzazione della situazione in Francia, dopo che era stato disposto il fermo di circa un terzo dei reattori nucleari del colosso francese EDF, con il conseguente aumento dell’export dell’energia elettrica prodotta dagli impianti termoelettrici italiani verso la Francia.

Aumentano nel primo trimestre 2017 le importazioni di quasi il 17%. In calo però l’import dalla Russia (-8,7%), tanto che quello dall’Algeria è ormai pressoché sugli stessi quantitativi: è cresciuto nei primi tre mesi del 93,7% (lo scorso era aumentato del 160%).

Ancora in flessione l’import dalla Libia e dal Nord Europa. Segno positivo per il rigassificatore Adriatico con un +6,2% sullo stesso periodo 2016.

Al contempo la produzione nazionale non da’ segnali di vitalità e continua a calare (-3,3%).

Ricordiamo che il dato definitivo dei consumi di gas nel 2016 è stato di 70,9 miliardi di metri cubi, con una crescita del 5% rispetto al 2015 e addirittura del 14,5% sul 2014.

I consumi sono così tornati a quelli dell’anno 2000, anche se la differenza con l’anno record, il 2005, resta notevolissima: -15,3 mld di mc.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti