L’India ha un nuovo programma per installare 40 GW di solare FV su tetto entro il 2022

Il Governo indiano ha un nuovo e ambizioso piano per il fotovoltaico: 100 GW totali entro il 2022, oltre ai 75 GW di impianti da altre rinnovabili. Il progamma FV prevede installazioni su tetto fino a 500 kWp con contributi fino al 30%. Al via anche la solarizzazione dei treni passeggeri.

ADV
image_pdfimage_print

L’India ha presentato un nuovo programma fotovoltaico per impianti su tetto connessi alla rete elettrica. Obiettivo è installare 40 GW di potenza entro il 2022.

Gli impianti verranno installati su edifici residenziali, commerciali, industriali, istituzionali e di imprese governative e di proprietà dello Stato, con potenze che andranno da 1 a 500 kWp.

Per gli impianti fotovoltaici di potenza tra 500 kW e 1 GW verranno invece organizzate delle aste al ribasso. Dal punto di vista del mercato, quello indiano resta particolarmente impenetrabile per gli operatori stranieri, in particolare occidentali.

Il sistema incentivante in vigore

Ad oggi, 26 dei 36 Stati del Paese hanno introdotto il net metering e il governo centrale ha deciso di offrire, in aggiunta, sovvenzioni a fondo perduto del 30% per gli impianti su tetto nei settori residenziale e istituzionale e dal 15 al 25% di contributi per i progetti dello stesso governo e delle imprese di proprietà statale. Non sono invece previsti incentivi per i progetti su tetto nei settori industriali e commerciali.

Più di 7 GW già installati

In base ai dati del Ministero delle Energie Nuove e Rinnovabili, la potenza fotovoltaica installata nel Paese ha raggiunto i 6.999 MW lo scorso 30 aprile. Successivamente sono stati installati altri grandi impianti, per cui la potenza totale ha sicuramente superato abbondantemente la soglia dei 7 GW.

A titolo di esempio, è stato installato uno dei più grandi impianti fotovoltaici singoli su tetto al mondo, della potenza di 11,5 MW, presso il campus dell’organizzazione spirituale Dera Baba Jaimal Singh. L’intera installazione ha una capacità di 19,5 MW, di cui 8 MW diffusi sugli altri edifici del sito.

Nel periodo 2015-2016 verranno messi all’asta in totale impianti fotovoltaici per 20.904 MW. Sempre entro il 2016 verranno installati più di 31.000 pompe idriche a energia solare ad altrettanti contadini

I target complessivi per le rinnovabili

Il Governo indiano ha recentemente introdotto nuovi obiettivi al 2022 per le rinnovabili, definendoli il più grande programma di sviluppo di energie pulite a livello mondiale.

Nell’ambito del programma, la potenza cumulata delle rinnovabili dovrebbe raggiungere nel 2022 i 175 GW rispetto ai 32 GW circa installati a fine 2014. Più nel dettaglio, sono previsti 100 GW di fotovoltaico, 60 GW di eolico, 10 GW di biomasse e 5 GW di piccolo idroelettrico.

Nell’ambito del programma introdotto in linea con gli accordi della COP21 di Parigi, entro il 2030 il Paese intende ridurre le emissioni climalteranti del 33-35% rispetto ai valori del 2005 e avere una potenza elettrica cumulata da fonti non fossili del 40%.

L’India ha anche introdotto uno speciale programma per l’eolico offshore che prevede lo sviluppo del primo progetto nei prossimi mesi presso le coste dello Stato del Gujarat. Il Paese fa anche parte dell’International Solar Alliance, l’organizzazione composta da 121 Paesi tropicali che intendono attivare 1.000 miliardi di dollari di investimenti nell’energia solare entro il 2030.

Diversi istituti bancari propongono finanziamenti e prestiti per l’installazione del fotovoltaico in India. Fra essi la Banca Mondiale, con fondi per 625 milioni di dollari da dedicare all’installazione di piccoli impianti su tetto.

Al via la sperimentazione del treno solare indiano

Le ferrovie indiane (la quarta rete ferroviaria al mondo) stanno per iniziare una sperimentazione di utilizzo dell’energia solare su uno dei treni in funzione nella città di Jodhpur (Rajasthan). A partire da giugno, un treno convenzionale con motori diesel sarà equipaggiato di moduli fotovoltaici che verranno utilizzati per gli usi interni elettrici. Tutti i vagoni del treno ospiteranno i moduli solari sul tetto per alimentare le luci e i sistemi di raffrescamento.

Le ferrovie indiane hanno in programma di installare almeno 1.000 MW di energia solare entro il 2020 sui treni che gestiscono.

Oggi già utilizzano combustibili alternativi al gasolio, come metano e biodiesel (sono in funzione anche treni di tipo biofuel). Anche in passato dei moduli fotovoltaici erano stati installati sui tetti di alcuni vagoni, ma l’innovazione della sperimentazione che sta per iniziare a Jodhpur consiste nel fatto che si tratta del primo treno passeggeri su cui il solare FV è installato su tutti i vagoni.

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti