Il mercato italiano delle rinnovabili elettriche esce profondamente ridimensionato dai tagli agli incentivi degli ultimi due anni: nel 2015 si sono installati solo 890 MW di nuova potenza, meno di un quarto del valore raggiungo nel 2010 e un dodicesimo del picco fatto segnare nel 2011.

Anche se c’è stata una ripresa rispetto all’anno nero, il 2014, grazie soprattutto a installazioni “ritardate” nell’eolico, l’incertezza normativa rischia di prolungare lo stallo e per i prossimi anni il rallentamento potrebbe continuare: le previsioni dell’Energy & Strategy Group parlano di soli 4.000 MW di nuovi impianti (da tutte le FER) nel periodo 2016-2020.

È questa la fotografia della situazione che emerge dal nuovo Renewable Energy Report del gruppo di ricercatori del Politecnico di Milano, interessante documento che sarà presentato giovedì 5 maggio a Milano, ma che QualEnergia.it ha potuto sfogliare in anteprima …

Questo contenuto è riservato agli Abbonati a QualEnergia.it PRO
Seleziona una delle due seguenti opzioni:
Già abbonato a QualEnergia.it PRO?
Accedi subito a questo contenuto.
QualEnergia PRO