Solare in aree vincolate: scontro tra Sviluppo Economico e Beni Culturali

L’ufficio legislativo del Mibact boccia il decreto ministeriale del MiSE sulla semplificazione per impianti fotovoltaici in aree vincolate, giudicando illeggittimo l’articolo 4, comma 3: in aree vincolate serve sempre l'autorizzazione paesaggistica. Ecco le sue motivazioni.

ADV
image_pdfimage_print

Molte aree vincolate e aree parco in Italia hanno insediamenti abitativi realizzati prima della costituzione di queste zone a tutela paesaggistica. Diverse abitazioni, quasi mai di alto pregio architettonico, sebbene siano elettrificate, il più delle volte non sono metanizzate e utilizzano come fonti di energia, gasolio e gpl.

Un decreto del Ministero dello Sviluppo economico del 19 maggio 2015, entrato in vigore il 1° gennaio 2016, prevede la procedura semplificata per l’installazione di pannelli fotovoltaici complanari ai tetti degli edifici anche per impianti ricadenti in queste aree. Ne abbiamo parlato più volte (recentemente qui), sottolineando anche la difficoltà di applicazione del provvedimento di semplificazione.

Lo scorso marzo poi è stato espresso un parere dell’ufficio legislativo del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo (Mibact) …

ADV
×
0
    0
    Carrello
    Il tuo carrello è vuotoRitorna agli abbonamenti